blog
Hashtag Tracking: 6 strumenti gratuiti consigliati dagli esperti

Hashtag Tracking: 6 strumenti gratuiti consigliati dagli esperti

Questo articolo vuole essere un aggiornamento di quello pubblicato nel 2015, in quanto lo ritieniamo ancora attuale e utile per chi si occupa di digitale.

Un hashtag ben formulato riesce a catturare l'attenzione del pubblico online e consente ad aziende, organizzazioni e privati di aumentare notevolmente la propria presenza sui social media. Sicuramente, monitorare gli hashtag in modo efficiente può rivelarsi un'operazione alquanto complessa per l’alto numero di menzioni e il diverso utilizzo che ne viene fatto a seconda dei paesi, delle lingue e dei contesti. Esisterà una soluzione? Certo, gli strumenti di hashtag tracking.

Gli strumenti che consentono di monitorare gli hashtag sono numerosi e di varia natura: alcuni si focalizzano sul monitoraggio delle conversazioni, altri sugli influencer, mentre altri consentono di comprendere le relazioni tra i diversi hashtag. Abbiamo messo a punto un elenco di sei strumenti di hashtag tracking che riteniamo possano aiutare notevolmente i professionisti del digitale e, in genere, le persone interessate al tema.

Talkwalker Free Search

Il primo strumento che potete utilizzare è il nostro Free Social Search, che consente agli utenti di misurare l'impatto degli hashtag in base a tutta una serie di metriche, tra cui interesse generale, engagement, sentiment e portata potenziale. Riteniamo che si tratti di uno strumento utilissimo (ovviamente) ma non limitarti ad ascoltare quello che pensiamo del nostro prodotto: provalo in prima persona e facci sapere cosa ne pensi nei commenti in basso. Se le metriche proposte non riuscissero a soddisfare le tue esigenze di analisi puoi contattarci per avere informazioni sulla nostra soluzione di social media analytics a pagamento.

talkwalker statistics

Hashtagify

Talvolta, quando rifletti sugli hashtag da utilizzare per promuovere campagne o prodotti, vorresti sapere in che modo sono collegati gli hashtag che stai considerando. Hashtagify ti mostra le relazioni tra i diversi hashtag e ti consente di visualizzare nel dettaglio la loro popolarità. Inoltre, puoi visualizzare una selezione di post e i principali influencer legati ad un determinato hashtag. Hashtagify offre ulteriori funzionalità con la versione a pagamento, tuttavia lo strumento gratuito ti offre tutta una serie di vantaggi utili per iniziare. Ecco il commento di un esperto di social media:

Francesco Ambrosino (@Fra_ambro) fondatore di socialmediacoso.it: "A rendere questo tool meritevole di essere preso in considerazione è, a mio avviso, la funzione Related Hashtag, che genera un grafico dinamico embeddabile in due versioni: Related Chart e Related Table.".

hashtagify

RiteTag

Per accedere a RiteTag dovrai utilizzare direttamente il tuo account Twitter, per sapere se gli hashtag che stai utilizzando nei tweet sono appropriati. Inoltre, ti consente di consultare l’elenco degli hashtag attualmente di tendenza e trovare diverse statistiche, quali il numero di tweet e retweet all'ora o la portata potenziale. Ecco il commento di un esperto di social media:

Maurizio Martinoli (@sbiddo) ingegnere informatico specializzato in nuove tecnologie e startup: “RiteTag è un ottimo strumento che permette di essere trovati in maniera molto efficace. L’ho provato personalmente e devo dire che molti dei miei tweet sono stati retwittati da persone che non conosco assolutamente e che verosimilmente stavano facendo delle ricerche sugli hashtag che stavo utilizzando in quel momento.”

ritetag2

Tagboard

Tagboard à un ottimo strumento che ti offre una rapida istantanea visiva dell'utilizzo degli hashtag in più piattaforme. Inoltre, ti permette di filtrare i risultati in base al social network: in questo modo, potrai sapere come cambia l'utilizzo degli hashtag nelle diverse piattaforme. La possibilità di misurare il sentiment, inoltre, ti consente di comprendere se il pubblico sta utilizzando l'hashtag in modo positivo o negativo. Ecco il commento di un esperto di social media:

Giovanni Fracasso (@iostesso), partner di Hubspot: “Con #tagboard puoi impostare un #hashtag e creare una bacheca (nel nome la missione: "bacheche di tag") che raggruppa i post da vari social dai quali puoi recuperare i post che contengono quell'hashtag nel testo. Puoi scegliere tra Twitter, Facebook, Instagram, Google+, Vine e Flickr. La bacheca può avere un nome, una descrizione, un'immagine di copertina e un avatar; può essere pubblica, ovvero listata e indicizzata dai motori di ricerca, oppure privata - ovvero ci accede solo chi conosce l'indirizzo della bacheca. Ci sono una serie di opzioni disponibili solamente per gli account a pagamento che permettono di filtrare per parole chiave, rendere obbligatorio l'uso di determinate parole in un post - oltre all'hashtag- per essere raccolto nella bacheca. Trovo molte utili le statistiche e i log delle attività.”

tagboard

Hashtags.org

Hashtags.org è un sito imperdibile per cercare informazioni di carattere generale sugli hashtag. Probabilmente è più utile per recuperare informazioni sui principali hashtag di tendenza in diversi settori quali business, tecnologia, spettacolo ecc. Oltre a ciò, offre un'ampia gamma di risorse interessanti, ad esempio istruzioni sull'utilizzo degli hashtag, ultime notizie e informazioni sull'utilizzo di Twitter. Per accedere ai principali hashtag correlati e ai dati che vanno oltre le ultime 24 ore è necessario fare un upgrade alla versione a pagamento.

Valentina Tanzillo (@valetanzillo) Visual Social Media Strategist di Studio Samo: “il punto di partenza per una buona valutazione è sempre hashtags.org. Questo è il grande archivio, la pietra angolare di tutte le parole precedute dal cancelletto. Basta una ricerca per trovare l’evoluzione temporale, gli account collegati, gli ultimi tweet e una marea di dati.”

Hashtags.org

Twubs

Twubs è uno strumento interessante perché permette di creare e partecipare a conversazioni su determinati hashtag. Ad esempio, puoi trovare feed di hashtag specifici e quindi partecipare a discussioni sull'argomento di tuo interesse. In alternativa, se hai creato un hashtag, puoi registrarlo, creare una discussione attorno allo stesso e integrare il feed nel tuo sito web o blog. Nel complesso, ti permette di partecipare a conversazioni interessanti sugli hashtag e di comprendere le tendenze in tempo reale.

Twubs

Trendsmap

Se vuoi sapere di cosa parlano tutti, Trendsmap è lo strumento che fa al caso tuo per avere una visione d'insieme immediata. La versione gratuita ti permette di visualizzare immediatamente gli hashtag al momento più popolari in ogni paese e area geografica del mondo, offrendo una grafica accattivante per presentare i risultati. Se stai monitorando i principali hashtag globali, è lo strumento ideale per scoprire i luoghi esatti in cui gli hashtag di tuo interesse ottengono il massimo dell'attenzione. Consente inoltre di comprendere come si svolgono le conversazioni relative ai principali eventi in diverse parti del mondo. Ecco il consiglio di un esperto su come utilizzarlo al meglio.

Valerio Fioretti, (@imagenow), autore bestseller su Amazon con i libri “Il SEO è morto”, Facebook Marketing a Costo Zero” e “Vendere Online a Costo Zero”: “Business Tip: invia i tuoi tweet usando l'hashtag più utilizzato e fai leggere il tuo messaggio a migliaia di persone. Attenzione però, che se ne abusi o vai troppo fuori tema, poi se ne accorgono tutti.”

Trendsmap

L'utilizzo degli hashtag è in continua evoluzione e nel corso degli anni il suo utilizzo è diventato sempre più massiccio su tutti i social network (e persino negli articoli di notizie). Grazie all'utilizzo di Talkwalker Free Social Search e degli strumenti citati, potrai sempre sapere cosa accade e agire di conseguenza.

Quali sono i tuoi strumenti di monitoraggio degli hashtag preferiti e come ti hanno aiutato? Ti invitiamo a esprimere la tua opinione nei commenti in basso.