Blog
Come trovare i migliori influencer di Instagram per promuovere il tuo brand

Come trovare i migliori influencer di Instagram per promuovere il tuo brand

Avete già letto il nostro sondaggio sull'influencer marketing? Il 69% dei partecipanti ha risposto che l'influencer marketing è una priorità strategica. Questa guida ti aiuterà a capire come individuare gli  influencer di Instagram, il canale di influencer marketing per eccellenza. Inoltre, abbiamo creato la checklist "I 7 peccati capitali dell'influencer marketing", che potrai scaricare gratuitamente.

I 7 PECCATI CAPITALI

Gli influencer su Instagram sono in continua ascesa e negli ultimi anni abbiamo visto addirittura dei cyborg diventare influencer. Al momento si stima che questo settore valga 2 miliardi di dollari ed entro il 2020 è previsto un aumento del suo valore fino a 5-10 miliardi di dollari!

Di seguito, vediamo come il brand di orologi Daniel Wellington si è rivolto a celebrity e macro influencer di Instagram per raggiungere un’ampia audience, senza dover ricorrere al marketing tradizionale.

Instagram influencers used by brands

Gli influencer di Instagram stanno conquistando il mondo a suon di follower.

L’adozione di strategie di influencer marketing da parte dei brand ha anche lo scopo di promuovere i loro prodotti ai consumatori in modo autentico, sfruttando la struttura di Instagram basata su immagini, molto più immediata rispetto ad altre piattaforme.

Leggi il nostro sondaggio "Lo stato dell'influencer marketing 2019 che raccoglie il punto di vista di oltre 800 esperti di marketing e PR.

Sebbene molti articoli sostengano che l'influencer marketing sia una novità, non lo è. Nel 1890, la Davis Milling Company assunse Nancy Green come portavoce del suo brand. Fu così che nacque "zia Jemima". L'uomo della Marlboro galoppò nelle nostre vite negli anni '50. E la Coca-Cola ingaggiò un tizio pasciuto e vestito di rosso per vendere la sua bevanda.

Ciò che è relativamente nuovo nell'influencer marketing è la comparsa dei social media. Ed è un matrimonio perfetto.

Con l'avvento degli influencer si comincia a parlare di consistenti compensi monetari: i migliori influencer di Instagram chiedono 1000 $ per 100.000 follower, mentre le celebrity superano i 250.000 $ per post su Instagram.

Credo che saremo d'accordo nell'affermare che Instagram è all'avanguardia per l'influencer marketing, ed è per questo che in questa guida mi concentrerò sui suoi influencer, per capire insieme chi sono, quali vantaggi possono apportare e come collaborare con loro. Inoltre, non dimenticare di scaricare la risorsa bonus: la checklist dell'influencer marketing.

Sommario

Cos'è l'influencer marketing?

È proprio davanti a te, ogni volta che ti metti a navigare sui social, tra una foto delle vacanze del tuo amico e il matrimonio di tuo fratello. Una persona che mostra quanto sarebbe meravigliosa la tua vita se solo bevessi il giusto centrifugato.

Hai abboccato? Hai comprato quel brand? Boom! Sei stato influenzato.

I marketer più scaltri, riconoscendo il potere di questi account, stanno facendo a gara per riuscire a sfruttare il potenziale dell'influencer marketing.

Gli influencer promuovono conversazioni autentiche su un settore, un argomento, un brand o una nicchia di mercato particolare, generando engagement indipendentemente dal numero di follower.

Ad oggi i consumatori non sono più influenzati dalle tecniche di marketing tradizionali, come gli spot televisivi, e quando ricercano un nuovo prodotto si rivolgono principalmente ai social media, leggono le opinioni degli influencer, ci credono e si fidano di loro.

"Il mondo reale si sta spostando sui social e, di conseguenza, i consumatori fanno riferimento ai propri simili per prendere decisioni d'acquisto. Anziché seguire le aziende come in passato, ora fanno riferimento a persone come loro e alle loro celebrità preferite.” Adweek

I vantaggi dell'influencer marketing su Instagram per i brand

Se vuoi presentare in modo autentico il tuo brand su Instagram, non hai scelta: devi affidarti agli influencer. Se vuoi che la tua voce raggiunga i consumatori attraverso i social, devi farti strada attraverso gli ad blocker. Anche in questo caso l’opzione è semplice: usare gli influencer.

A proposito: questo post riguarda gli influencer di Instagram, ma gli spunti sono validi anche per le collaborazioni con gli influencer di altri canali social, come Twitter, Facebook, LinkedIn, ecc.

I brand stanno raccogliendo i frutti del loro lavoro con gli influencer: engagement, ROI, brand awareness.

Influencer marketing campaign spreading online

Osserva con che rapidità ed estensione si diffonde la tua campagna di influencer marketing in tempo reale.

Monitora la tua campagna con la nostra Virality Map, che ti mostrerà come si sta diffondendo nel mondo il messaggio lanciato dal tuo influencer.

Engagement

Creare contenuti di marketing autentici che risuonino tra i consumatori è una sfida. Veniamo bombardati ogni giorno, per tutto il giorno da un numero incredibile di messaggi che stordiscono le nostre menti.

Gli influencer hanno monopolizzato il mercato e i follower si lasciano coinvolgere dai loro contenuti autentici. Si fidano di loro, anche quando usano tecniche aggressive per convincerli.

Ritorno sull'investimento

"L'influencer marketing genera un ROI 11 volte superiore alle forme di marketing digitale tradizionale, e il 94% dei marketer che ha usato l'influencer marketing lo ritiene efficace." Invesp

Brand awareness

Se nessuno ti ha mai sentito nominare, come farai ad avere successo? Lavorare con gli influencer di Instagram ti apporterà la visibilità di cui il tuo brand ha bisogno. Lavora con gli influencer per...

  • Promuovere il tuo prodotto ai loro follower

  • Aumentare i tuoi follower

  • Presentare il tuo prodotto a potenziali clienti

  • Accrescere la fiducia nel tuo brand con recensioni e contenuti coinvolgenti

Instagram è, a mio parere, il canale social migliore per i brand che usano l'influencer marketing.

  • L'attività social è elevata a confronto di altre piattaforme

  • Puoi inserire più foto e video in un unico post

  • Funzionalità tag e link

  • Limite di oltre 2000 caratteri

  • I follower di Instagram interagiscono di più di quelli su Facebook

  • Ads targettizzate in base a posizione geografica, età, genere e interessi degli utenti

Quando Instagram aggiornò il suo algoritmo, le aziende ne hanno sofferto in termini di business. La portata era limitata. L'influencer marketing su Instagram ha fatto il suo ingresso, diventando un elemento essenziale della strategia di marketing di un brand. Con una stima del 71% di aziende statunitensi che svolge attività di marketing su Instagram.

Definizione di influencer

“Individuo con un più o meno ampio seguito di pubblico che ha la capacità di influenzare i comportamenti di acquisto dei consumatori in ragione del loro carisma e della loro autorevolezza rispetto a determinate tematiche o aree di interesse.

Mega/celebrity/A-list

Cristiano Ronaldo. Kim Kardashian.

Non esattamente i migliori esempi se si ricercano lealtà e fiducia verso un brand…

Macro-influencer

Questi utenti vantano da 100.000 a 1 milione di follower. Non sono stelle del cinema, cantanti o atleti. Si sono fatti un nome con Internet. Bloggando, vloggando e così via.

La loro audience è meno di nicchia: posizioni geografiche diverse, interesse per vari argomenti. Spesso, un macro-influencer si occupa di più argomenti. Per esempio, prendendo in considerazione il campo del copywriting, un macro potrebbe discutere anche di argomenti correlati come il SEO, i social media, le PR, ecc. Sono dei brand a sé stanti.

Vantaggi di un macro-influencer

Professionista con una voce propria. Influenzare è il suo lavoro.

Un'audience più ampia, con una portata maggiore di un micro. Una varietà di persone, contrariamente all'audience di nicchia di un micro-influencer.

Svantaggi di un macro-influencer

Essendo meno di nicchia, la sua autenticità può essere messa in dubbio. I social media ci hanno reso più furbi. Similmente a una celebrità che promuove un prodotto, non siamo sicuri al 100% che l'influencer stia davvero utilizzando il prodotto.

Micro-influencer

Tra i 1.000 e i 100.000 follower. I micro-influencer si concentrano su una nicchia o un argomento particolare, e sono considerati esperti di settore, leader di pensiero e specialisti in materia.

Questi tizi non sono celebrità, ma hanno una base di ammiratori dedicata e leale.

Marta Pozzan viaggia in tutto il mondo, da una fashion week all'altra, promuovendo brand quali Kenzo, Bulgari, ecc.

In che modo i micro-influencer aiutano i brand?

Esperti in materia, hanno tutta la fiducia dei loro follower.

I micro-influencer non promuovono i prodotti in modo aggressivo. Raccontano delle storie. Hanno un'audience consolidata che si fida di loro e ascolta.

Perché i micro-influencer hanno una minore portata, i brand ne ingaggiano diversi. In modo da aumentare la portata delle campagne dei loro influencer. Usare più micro-influencer genererà un ROI maggiore, riducendo i costi di marketing.

Nano-influencer

Con circa 1.000 follower, questi influencer sono gli ultimi arrivati. I nano-influencer hanno una notevole influenza sulla loro community. La loro mancanza di follower viene compensata da messaggi intimi e personalizzati. Sono persone normali (non famose) che raccomandano prodotti ai loro amici e familiari, e sono molto bravi nell'uso dei social media.

Perché i nano-influencer sono così potenti?

Si addentrano nei loro mercati di nicchia e, secondo un sondaggio di Digiday, possono coinvolgere fino all'8,7% della loro audience. A confronto delle celebrità con milioni di follower, che ne coinvolgono l'1,7%.

  • Servono mercati di nicchia di piccole dimensioni che non sempre dispongono di leader di pensiero, quindi la voce dei nano è potente.

  • Pochi follower, ma fedeli.

  • Un'audience ridotta significa che i messaggi di un nano raggiungono ognuno.

  • Più economici dei micro e dei macro, instaurare un rapporto con loro è più semplice.

Nano-influencer - Erin Gee.

Nano-influencer - Erin Gee

Erin Gee - Instagram influencer - 1,332 followers.

Fré, un brand di prodotti per la cura della pelle, scoprì l'account su Instagram di Erin e gli piacquero i suoi post. Il brand la contattò, chiedendole se avrebbe testato il suo prodotto e poi promosso il brand. Il pagamento prevedeva campioni omaggio. Ricevette le linee guida del brand, i suggerimenti per i contenuti, gli hashtag e gli orari per i post.

Virtual influencer

Nel 2016, Miquela Sousa, alias Lil Miquela, fece il suo debutto su Instagram.

  • Miquela è un'influencer per Prada, Chanel, Vetements, Supreme e altri.

  • Miquela è una cantante e una modella.

  • Miquela raccoglie fondi per beneficienza e sostiene i movimenti social.

  • Miquela è una cyborg generata al computer.

  • Miquela è una influencer virtuale.

Cose dell'altro mondo!

1,5 milioni di follower con soli 394 post.

Lil Miquela sfoggia personalità e una connessione emotiva con i suoi follower. Ha instaurato un rapporto con la sua audience.

Un influencer virtuale funziona realmente?

Si applicano le stesse regole degli influencer in carne e ossa. La demografica dei follower di un influencer virtuale dev'essere in linea con l'identità del brand.

Lil Miquela è l'ideale per i brand della moda e dei prodotti cosmetici. Non proprio il massimo per il settore finanziario. Probabilmente, i suoi messaggi verrebbero ignorati.

I brand se la passano bene con gli influencer virtuali. Ottengono i vantaggi delle collaborazioni con un influencer (portata, engagement, nuova audience, ecc.) senza il timore di essere disertati.

I brand possono facilmente ritrovarsi imprigionati in una crisi delle PR con un influencer "birichino". Le conseguenze possono danneggiare irrimediabilmente la reputazione di un brand. Di contro, un influencer virtuale non verrà mai beccato a letto con la persona sbagliata, alla guida a rotta di collo di una classe A o a condividere post cinici e bigotti.

Gli influencer virtuali sono una novità. Hanno attirato la nostra attenzione e, per i brand, costituiscono una variazione originale all'influencer marketing su Instagram.

Quali campagne puoi attuare con gli influencer di Instagram?

Dipende dal tuo settore e dai tuoi obiettivi, influencer, contenuti, prodotti, ecc. Di seguito le campagne con influencer più popolari per promuovere il tuo brand e i tuoi prodotti.

Contenuti orientati al prodotto

Un influencer usa i contenuti per promuovere il tuo prodotto: posizionamento, recensioni, how-to o testing.

Il posizionamento del prodotto prevede l'uso di quest'ultimo da parte dell'influencer, in modo che possa condividerne i benefici. Questo metodo può includere un "how-to".

Voir cette publication sur Instagram

How do you prefer to wear your hair? Straight, curly or inbetween? I’ve been straightening my hair for three years now, but since getting this Keratin Protect Curling Wand from @RemingtonUK I’ve fallen in love with the different styles I can create! ::::: This isn’t just your standard curling wand. The barrel itself is infused with Keratin and Almond Oil to give your locks the TLC they need whilst you style your hair ::::: I went for a very loose curl to give my hair a bit more definition. Swipe to see the finished look 💫 #HairToBeDifferent #Sponsored ________________________ #prettylittleiiinspo #londonblogger #discoverunder10k #girlyinspo #carmushka

Une publication partagée par 𝐋𝐄𝐓𝐈𝐂𝐈𝐀 𝐂 | 𝐋𝐨𝐧𝐝𝐨𝐧 𝐁𝐥𝐨𝐠𝐠𝐞𝐫 (@leticiajcollins) le

La nano-influencer Leticia Collings fa una dimostrazione dell'arricciacapelli della Remington ai suoi 8.000+ follower.

Un altro metodo consiste nel regalare un prodotto a un influencer prima del lancio. Lo testerà e posterà una recensione.

Sponsorship

Quando un brand sponsorizza qualcosa in cui è coinvolto un influencer: un evento, delle serie di tutorial, ecc. Puntando su contenuti già popolari e di successo, riconoscimento e reputazione del brand ricevono una botta di energia.

Contenuti sponsorizzati

I contenuti sponsorizzati includono campagne a pagamento, promozioni e contenuti in stile con la piattaforma: post su blog, messaggio sui social media, articolo di giornale, ecc. Un influencer potrebbe indossare un brand di abbigliamento e postare una foto, o citare un brand sulla sua bacheca.

Un metodo diffuso su Instagram e Twitter è la promozione con gli hashtag. Coinvolgendo più influencer, una campagna può essere amplificata sul canale social.

Omaggi promozionali, concorsi e codici promo sono un'ottima maniera per aumentare e generare l'engagement. Il passaparola aumenta, così come il desiderio del prodotto.

Quanto costano gli influencer di Instagram?

Mi dispiace, ma non esiste una sola risposta.

L'influencer marketing è ancora relativamente nuovo, il che significa che i suoi standard sono in evoluzione. È così distante dal marketing tradizionale, che molti marketer faticano a incorporarlo nelle loro strategie di marketing.

Non c'è una struttura dei costi fissa. Ho ricercato diverse fonti, e la media per Instagram è 1.000 $ per 100.000 follower. Ma sarà meglio prendere questo dato con le pinze.

Molti nano-influencer e alcuni micro lavoreranno con i brand in cambio dei prodotti gratuiti. Purtroppo, poiché l'influencer marketing è immenso, i micro che si fanno pagare sono sempre di più.

I macro costano ancora di più, in quanto per questi utenti l'account di Instagram è un lavoro a tempo pieno e, di conseguenza, pretendono uno stipendio.

Mega? $$$$$

Non spendere tutto il tuo budget. Lavora con un influencer abbordabile per il tuo brand.

Quali sono i fattori che influiscono sul costo degli influencer di Instagram?

Anche tenendo conto di quanto segue, i costi variano notevolmente. Per esempio, secondo HopperHQblog Cristiano Ronaldo guadagna 400.000 $ per ogni immagine che posta.

OK, un altro pianeta. Torniamo nel mondo reale. Nello stabilire una tariffa, un influencer prenderà in considerazione:

  • Se un brand è compatibile con la sua immagine e i suoi follower

  • Quanti follower ha

  • Il livello di engagement generato abitualmente dai suoi post

  • Quanti post sono richiesti dal brand

  • Tipologia di post: video, foto, contenuti in forma estesa/breve

  • La mole di lavoro richiesta, in base a ciò che fornisce il brand

  • Se il post dovrà apparire solo sul suo account o sarà utilizzato anche in altre aree della campagna

Non spender tutto il tuo budget!

Prima di firmare qualsiasi cosa, chiediti…

  • Portata potenziale?

  • ROI potenziale?

  • La sua audience è compatibile con i tuoi brand e prodotto?

  • Il costo ne vale la pena?

Parla con i tuoi influencer. Chiedigli come sono andati con altri brand e quali risultati hanno ottenuto.

Per agevolarti, ho scritto "I 7 peccati capitali dell'influencer marketing". Ti guiderà nell'organizzazione di una campagna. Cosa devi fare. Cosa dovresti evitare. Scaricalo qui…

3 mosse per una campagna di influencer marketing vincente su Instagram

Eccoti tre regole per una campagna d'influencer marketing di successo:

  • Definire obiettivi e KPI

  • Gli influencer perfetti per il tuo brand

  • Efficacia nella misurazione e nell'analisi dei risultati

Definizione degli obiettivi

Dovresti definire i tuoi obiettivi prima di scegliere gli influencer e di lanciare la tua campagna. Senza, non sarai in grado di misurare il tuo successo o fallimento. Gli obiettivi dovrebbero…

  • Accrescere il traffico sul sito

  • Generare consapevolezza del brand

  • Aumentare i follower

  • Incrementare le vendite

  • Creare più engagement

L'influencer perfetto

Brand della moda? Influencer del mondo della moda.

Ovvio per alcuni, ma ci sono ancora dei brand che scelgono gli influencer solo in base al loro numero di follower. Poco lungimirante. I brand dovrebbero cercare di costruire un rapporto duraturo con l'influencer e i suoi follower. Un influencer dovrebbe…

  • Coinvolgere la tua audience target

  • Essere in linea con i valori e il messaggio del tuo brand

  • Promuovere il tuo brand in modo onesto e autentico

Efficacia nella misurazione e nell'analisi dei risultati

Il modo in cui misuri il ROI delle tue campagne influencer su Instagram dipende dai tuoi obiettivi. Vuoi incrementare le vendite? Aumentare la tua visibilità? Generare più engagement?

Ecco cosa dovresti misurare:

  • Visibilità, il ROI è il numero di consumatori potenziali che prendono coscienza del tuo brand, misurato tramite portata e impressioni

  • Engagement, le misurazioni includono gli apprezzamenti, le visite al sito, il numero di vendite, i commenti, le condivisioni, le visualizzazioni dei video, i tweet ripostati, le immagini riappuntate, le condivisioni, ecc.

  • Conversioni, che tracciano il numero di esecuzioni delle call-to-action. Potrebbe trattarsi di vendite (link affiliati, codici promo), aumento dei follower, registrazioni e-mail, download, ecc.

Come scegliere l'influencer migliore per il tuo brand

Il tipo d'influencer che scegli è determinato da quello che vuoi ottenere con la tua campagna.

Influencer reach

Non lasciarti accecare dalla portata.

Trova un influencer nella tua nicchia. Ne hai bisogno per creare e distribuire contenuti pertinenti e coinvolgenti. Affinché li condivida con la sua audience in maniera autentica e trasparente.

Analyzing the most powerful influencers with Talkwalker Analytics

Analytics dei social con Talkwalker: l'analisi degli influencer più potenti per Thor Ragnarok, @Jedi_Jill ha generato quasi lo stesso livello di engagement di @ComicBookNOW, sebbene avesse una portata notevolmente inferiore.

Se non stai lavorando con il giusto influencer, stai sprecando i tuoi soldi.

Familiarizza con la tua audience target

Se vendi abbigliamento, punta a un fashion blogger. Problema risolto.

Wow...

I fashion blogger si rivolgono ad audience diverse. Potrebbero non rivolgersi al tuo target. Ad esempio, la tua audience target è costituita prevalentemente da hipster. Il tuo futuro fashion influencer si rivolge agli amanti della palestra.

Non voglio dire che gli hipster non vadano in palestra. Ma non è un abbinamento ideale. Perderai dei grossi segmenti della tua audience. Abbina la tua audience con i follower del tuo influencer.

Resta coerente con i tuoi valori

Controlla sempre i post passati di un influencer, prima di ingaggiarlo.

I social media sono il paradiso della libertà di parola. Ma quello che alcuni considerano un semplice commento può offendere altri. Un influencer rappresenterà il tuo brand. Assicurati che i vostri valori siano in linea. O danneggerai la reputazione del tuo brand.

Sii autentico. È cruciale. Quasi il 60% delle consumatrici esperte di tecnologia non si lascerà coinvolgere da un post sponsorizzato poco veritiero.

Stabilisci i tuoi obiettivi

Definisci ciò che vuoi ottenere dalla tua campagna di influencer marketing. Vendite? Consapevolezza del brand? Traffico? Un influencer dovrebbe far parte della tua squadra. Costruisci un rapporto con il tuo influencer e lavoraci insieme.

Preparati per qualche gaffe

Gli influencer sono esseri umani (beh, eccetto quelli virtuali) che possono commettere degli errori. Disporre di un piano di comunicazione per le crisi è cruciale. Meglio essere preparati. Non si sa mai.

Se stai prendendo in considerazione l'influencer marketing, puoi trovare degli spunti preziosi nella mia guida all'influencer marketing. Include un eBook gratuito sulle strategie di influencer marketing.

Linee guida FTC e IAP - onestà prima di tutto

Con l'ascesa dei social media, si sono diffuse certe regole di comportamento. Le linee guida della Federal Trade Commision (FTC) sono state aggiornate per proteggere i consumatori. La commissione chiede agli influencer di dichiarare che sono stati retribuiti dai brand per promuovere i loro prodotti.

Non illustrerò tutto il documento perché, a dire il vero, è davvero molto lungo. Di seguito i punti principali.

Le raccomandazioni devono...

  • Essere oneste e non ingannevoli

  • Riflettere la veritiera opinione del raccomandante

  • Non essere utilizzate per affermare qualcosa che il marketer del prodotto non potrebbe legalmente affermare

  • Rivelare una qualsiasi connessione tra il raccomandante e il marketer, es. parente o dipendente

  • Dimostrare risultati eccezionali o sopra la media, es. perdita di peso, aumento della massa muscolare

Le linee guida della FTC si applicano a tutte le piattaforme promozionali, che si tratti di social media, televisione, giornali e via di seguito. Vediamo quali sono le regole specifiche per Instagram.

Gli influencer di Instagram devono...

  • Includere #ad (pubblicità) o #sponsored (sponsorizzato) nelle prime tre righe del testo, prima del pulsante "altro".

  • Spiegare la connessione nelle prime tre righe del testo, chiarendo che sono stati retribuiti dal brand, di aver ricevuto un campione omaggio da provare, di disporre di un codice promo esclusivo da condividere, che il post è sponsorizzato da...

È consigliabile che…

  • Rendano #ad chiaramente visibile (sopra la descrizione/nella parte superiore della pagina)

  • Dichiarino che il post è sponsorizzato, e tagghino il brand

  • Per Instagram Live, questo si dovrebbe menzionare all'inizio e qualche volta durante il video

  • Usare la funzionalità integrata di Instagram che contrassegna sia i post che le storie con un tag di "partnership retribuita"

  • Per Instagram Stories, sovrapporre la dichiarazione su immagine o video

In linea di massima, gli influencer sono onesti. Purtroppo, alcune celebrità ritengono di essere al di sopra della legge. La famiglia Kardashian (grandi influencer di Instagram) ricevette un avvertimento dopo aver postato 100 post su Instagram senza dichiarare che si trattava di post retribuiti.

Nel 2017, la FTC contattò oltre 90 celebrità influencer su Instagram. Gli fu comunicato di "dichiarare chiaramente e visibilmente i loro legami con i brand quando avessero promosso o raccomandato dei prodotti tramite i social". In caso contrario, avrebbero incorso in una multa di 40.000 $.

Vanessa Hudgens ha infranto i regolamenti della FTC.

Perché? Ha taggato il brand @sugarbearhair senza includere #ad.

Uomo avvisato, mezzo salvato.

#ads vs #sponsored

#ad e #sponsored sono tag approvati dall'FTC. Quando vediamo questi hashtag in un post, sappiamo che si tratta di un messaggio pubblicitario. Che un brand sta lavorando con un influencer per promuovere i suoi prodotti. Ma qual è la differenza tra di loro? Non c'è molta chiarezza a riguardo.

  • #ad: il brand detiene il controllo editoriale sui contenuti

  • #sponsored: l'influencer detiene il controllo editoriale totale

Che l'influencer sia stato pagato o meno, è irrilevante.

Il miglior strumento di influencer marketing per Instagram

Il nostro tempo non ci basta mai.

Non sprecherò il tuo illustrandoti una miriade di strumenti per l'influencer marketing. Te ne mostrerò uno solo. L'unico.

Con l'avvento dei social media, l'influencer marketing ha ridotto notevolmente i tempi. E la struttura a immagini di Instagram è la piattaforma ideale per questa strategia di marketing. I brand, riconoscendone le enormi possibilità, sono saliti su questo treno di opportunità in tutta fretta.

Purtroppo, però, buttarsi alla cieca in qualcosa che non si conosce non può che generare il caos. I marketer hanno trovato delle soluzioni per la gestione dell'influencer marketing. Hanno messo insieme fogli di calcolo con rendicontazioni, database di influencer e team scoordinati.

Ciò di cui i marketer hanno bisogno è un unico strumento. E questo strumento è molto più di un semplice strumento per la gestione dell'influencer marketing. Dai un'occhiata…

Monitoraggio delle analytics di Instagram

Stiamo parlando di una piattaforma social che conta più di un miliardo di utenti attivi. Per analizzare il volume di dati social generati da una tale massa di persone, serve uno strumento potente. Lo strumento più potente del settore.

Talkwalker fornisce il monitoraggio più completo delle metriche di Instagram sul mercato. Lasciati stupire.

Un post potrebbe risultare in una campagna di marketing su Instagram di grande successo anche per caso. Di recente è accaduto all'uovo da record del mondo. 52 milioni di apprezzamenti… per la foto di un uovo!

Viviamo in un mondo incredibile!

Ma… non sarebbe meglio se tutto fosse un po' meno casuale? Un tantino più pianificato? Se potessi conoscere i tuoi follower, quello che gli piace? Misurare la performance dei tuoi messaggi (apprezzamenti, commenti, influencer, hashtag)?

Riuscire a estrarre questo tipo di dati social ti permetterebbe di creare contenuti che si diffondano facilmente tra la tua audience. Generare awareness e fiducia. Aumentare i tuoi follower. Aumentare il ROI delle tue campagne di influencer marketing su Instagram.

Dai un'occhiata alle metriche che puoi estrarre da Instagram, grazie a Talkwalker.

Monitoraggio degli influencer di Instagram

Ecco perché siamo qui.

Usando la piattaforma di Talkwalker Analytics, puoi misurare metriche simili a quelle estratte dalle pagine dei brand, engagement dell'audience e aumento dei follower inclusi.

Già sappiamo che i consumatori vengono coinvolti dalle persone più che dai brand, quindi integrare gli influencer nella tua strategia di marketing è estremamente importante per il successo del tuo brand. Il 92% degli utenti online si fida delle raccomandazioni di individui più che di quelle dei brand. Influencer: un'occasione da non perdere.

Instagram insights

Quanti apprezzamenti e commenti hanno ricevuto i tuoi post?

Se non puoi rispondere a questa domanda, è perché non sai se le tue campagne su Instagram stanno funzionando o meno. Non va bene.

Ecco quello che puoi e devi monitorare:

  • Dettagli dei post, ovvero quanti sono, il tipo di media, i timestamp

  • Tasso di engagement degli utenti, che include apprezzamenti, commenti, quante volte sono salvati i post, portata e impressioni

  • Menzioni del brand, cioè quando viene usato il tuo @handle

  • Demografica dei follower con età, genere, interessi, lingua e posizione geografica

Instagram Stories

La popolarità di Instagram Stories sta aumentando rapidamente, per cui è importante monitorare le metriche giuste (portata, impressioni, risposte, tassi di completamento e uscite).

Instagram analytics owned channel monitoring graphs

Le metriche chiave in un unico posto ti consentono di monitorare il tuo canale Instagram senza perderti nulla.

Comprendere il potere delle tue campagne su Instagram significa che puoi prendere decisioni basate sui dati. Non dovrai più tirare a indovinare.

Hashtag tracking su Instagram

Sì, puoi monitorare gli hashtag su Instagram. 30 tipi diversi simultaneamente per token business. Dagli account business e utente.

Gli utenti seguono gli hashtag di tendenza, quindi chiedere agli influencer di Instagram di includerli nei loro post aumenterà le dimensioni della tua audience.

Monitoraggio dei competitor su Instagram

Cosa stanno facendo i tuoi competitor? Potresti restare indietro con un nuovo mercato. Per il lancio di un nuovo prodotto. Una crisi imminente. Un nuovo influencer.

Devi monitorare i post su Instagram dei tuoi competitor.

Con Analytics, puoi analizzare i tipi di media che hanno condiviso (immagine, video, sequenza video) e i tassi di engagement (apprezzamenti e commenti).

Instagram analytics competitor channel monitoring graphs

Tieni traccia dei post dei competitor del tuo settore. Quando postano. I tassi di engagement.

Le informazioni dei competitor ti aiuteranno a pianificare una strategia di marketing per Instagram più efficace. Frequenza dei post, ideazione dei contenuti, argomenti di tendenza. Puoi anche trovare dei nuovi influencer di Instagram con cui lavorare.

Te l'avevo detto, che è uno strumento potente!

Conclusioni

Trova gli influencer di Instagram migliori per il tuo brand, e sarai già a metà strada dall'essere vincente. L'influencer marketing è uno dei metodi più efficaci per accrescere la consapevolezza del brand, aumentare i tuoi follower, rafforzare la tua credibilità nel tuo settore e generare vendite.

Grandi brand. Piccoli brand. Nano-influencer. Macro-influencer. Le dimensioni non contano.

Spero che troverai utile questa guida. Scarica la tua copia gratuita di "I 7 peccati capitali dell'influencer marketing.

Scarica la tua checklist!