Blog
Talkwalker entra di diritto nella top 6 dei tool di monitoraggio dei social media

Talkwalker entra di diritto nella top 6 dei tool di monitoraggio dei social media

Poco prima dell’estate 2013, la digital agency svizzera Goldbach Interactive ha pubblicato un articolo nel quale nominava Talkwalker nella sua top 5 dei migliori strumenti per il monitoraggio dei social media. Non si sono fermati lì però, e di recente è stato pubblicato sulla rivista tedesca “Computerwoche” il risultato di uno studio elaborato fatto con una selezione di soli 6 tool. Il test aveva come punti chiave il volume dei dati e il rilevamento automatico del sentiment, due categorie nelle quali Talkwalker è stato eletto primo in classifica! La curva arancione nel grafico qui sotto fa vedere come Talkwalker si comporta contro i 5 principali concorrenti in termini di volume dei dati.

goldbach 1

Oltre che per il numero dei dati, nel primo report annuale di Goldbach abbiamo ricevuto anche dei complimenti per la qualità dei dati. Questo per noi è una conferma della validità della nostra tecnologia, sviluppata completamente da noi, e il nostro impegno per continuare a migliorarla giorno dopo giorno. Goldbach Interactive ha paragonato i risultati per due query diverse, vediamo nel dettaglio i risultati per ogni mezzo.

Il numero cumulative di risultati, divisi per tipo di mezzo, sono i seguenti:

goldbach 2

Come si può vedere dallo schema, il numero di mention per Twitter è sempre molto simile tra i vari provider. Questo perché quasi tutti i tool professionali si appoggiano a un servizio di Firehose. Per gli altri tipi di mezzi invece, vediamo che Talkwalker è in grado di raccogliere molti più risultati (se non addirittura più di tutti) rispetto alla concorrenza, per quasi tutti i mezzi monitorati. A dimostrazione della tecnologia sviluppata in-house, Talkwalker ha trovato 260.886 risultati, ben 27% in più rispetto al secondo classificato.

Un’altra qualità del tool che ha particolarmente convinto Goldbach Interactive, è la potenza del crawling nella mole crescente di dati social e articoli di blog, soprattutto perché questi sono due aree chiave per strategie di content marketing e influencer management di successo.

Noi di Talkwalker siamo felicissimi di essere stati presi in considerazione per questo studio e ancora di più per aver ricevuto un tale riconoscimento per la qualità e il volume dei dati e per le funzionalità del nostro tool. Non può che essere uno stimolo per noi per continuare a migliore anche in futuro. Continuate a seguirci, presto ci saranno delle novità anche in quel senso…